Idee, entusiasmo e capacità di rischio: così si arriva al futuro VIDEO

 

ROMA – “I prossimi 50 anni saranno eccezionalmente interessanti perché il ritmo a cui si sta sviluppando lo Spazio è continuamente crescente. Noi dobbiamo essere capaci, tramite le nuove generazioni di imprenditori, ricercatori, studenti, di intercettare questo tipo di sforzo, e contribuirvi”, ha detto il presidente dell’Agenzia spaziale italiana (Asi), Roberto Battiston.

“Guardando al futuro, pensando ai prossimi 10, 20 anni, sicuramente vedo un ruolo importantissimo per i piccoli satelliti: sempre più piccoli, sempre più sofisticati, sempre più numerosi; i piccoli lanciatori per portarli in orbita; capacità  di andare nello Spazio con costi sempre minori. Ma tutto questo non serve a un granché se non ci sono le idee di cosa fare di queste opportunità tecnologiche”

“Il nostro Paese ha una tradizione di capacità di iniziativa, di idee, di qualità degli studenti che escono dalle nostre università, che è ben nota e che grazie allo Spazio può trovare maggiore rispondenza che in altri settori- spiega Battiston-. Il messaggio è: ci servono idee, entusiasmo, capacità di rischio. Lo Spazio può dare molto se uno ha le idee giuste al momento giusto, sapendo come implementarle rapidamente. Un’Agenzia come l’Asi è un facilitatore per sfruttare questa grande miniera di opportunità che di fatto è lo spazio del mondo attuale, lo spazio della Space Economy“.

LEGGI ANCHE Space Economy, Battiston: “Il futuro è on demand”

CALENDARIO