Space Economy, Lucibello (Hypatia): “Elevare la tecnologia grazie allo Spazio”

ROMA –  “Per noi, la Space Economy non è solo uno spot“. Sgombera subito il campo dai dubbi il presidente del Consorzio Hypatia, Flavio Lucibello. La struttura che presiede si occupa di trasferimento tecnologico, con lo scopo di mettere a sistema know how e industria e ha organizzato con il laboratorio Ket Lab e Agenzia spaziale Italiana (Asi) e Agenzia spaziale europea (Esa) il convegno ‘Applicazioni integrate. Un modello italiano per la New Space Economy’ nell’ambito delle due giornate di ‘Primavera dell’innovazione’.

L’obiettivo è “elevare il livello tecnologico grazie agli assist che arrivano dalle tecnologie spaziali”, spiega Lucibello.

LEGGI ANCHE Pasquali (Leonardo): “Space Economy è Pil che viene dallo Spazio” VIDEO

“Agricoltura di precisione, energie alternative e rinnovabili, turismo, tutela dei beni culturali, monitoraggio ambientale, osservazione della Terra e del territorio sono solo alcune delle applicazioni che provengono dalla ricerca in ambito spaziale e che sono state trasferite nelle realtà produttive”, prosegue.

Le imprese “devono essere informate attraverso giornate come questa- commenta il direttore di Hypatia, Lorenzo Scatena-, delle ultime novità in ambito spaziale per poter integrare competenze ed economie Spazio-Terra, creando nuovi servizi a disposizione di chiunque”.

CALENDARIO