Il Master per formare specialisti nelle politiche spaziali

ROMA – E’ giunto alla decima edizione il master in Istituzioni e politiche spaziali, nato dalla collaborazione fra l’Agenzia spaziale italiana (Asi) con l’Istituto di studi giuridici internazionali (Isgi) del Cnr e la Società italiana per l’organizzazione internazionale (Sioi).

La proposta formativa, articolata in cinque settori: giuridico – istituzionale, tecnico – scientifico, industriale e socio – economico, è volto alla creazione di specialisti nelle politiche spaziali con competenze internazionalistiche. I corsi sono iniziati il 12 febbraio e si svolgeranno fino al 17/07/2018 con cadenza bisettimanale. Sono previsti tirocini curriculari presso organizzazioni o istituzioni internazionali, amministrazioni, enti pubblici e imprese.

Il corso di Master ha lo scopo di fare acquisire una preparazione specialistica e una formazione pratico-professionale nel campo delle Istituzioni e delle Politiche Spaziali con particolare, ma non esclusivo riferimento alle discipline giuridiche, politiche ed economiche sui temi dell’esplorazione e dell’utilizzo dello spazio extra-atmosferico. Una parte significativa del programma sarà dedicata alla politica spaziale europea, con particolare riferimento al ruolo dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) e ai programmi europei di navigazione satellitare Galileo e di osservazione della Terra Copernicus sviluppati in collaborazione con l’Unione Europea.

Il carattere innovativo di questa iniziativa, in un’area non ancora oggetto di sistematica attenzione, si esprime nella formazione di specialisti nelle politiche spaziali con competenze giuridico – istituzionali, tecnico -scientifiche e socio- economiche che possano operare, con funzioni di responsabilità, nelle Organizzazioni ed Istituzioni internazionali, Agenzie nazionali ed internazionali, Imprese ed Istituti di ricerca. Dagli obiettivi delle politiche spaziali, tuttora in corso di evoluzione, discende l’esigenza di un’azione immediata con ricadute giuridiche, economiche, sociali e di sicurezza. Da qui la necessità di favorire l’affermarsi di una nuova figura professionale con specifiche competenze nella gestione delle attività spaziali in un contesto nazionale, europeo ed internazionale.

Il corso di Master prevede un’attività formativa pari a 200 ore di attività didattica frontale e 400 ore di studio individuale, ricerche e seminari sull’attualità internazionale, per un totale di 600 ore. Sono previste verifiche intermedie e una verifica finale. Sono previste, inoltre, delle visite che si svolgeranno presso alcune sedi di Agenzie Spaziali nazionali ed internazionali e società che operano nel settore. La discussione della tesi finale avverrà nel mese di luglio.

CALENDARIO